…Dai margini della città: il quartiere Madonna di Campagna

di Alessandro Milan

Madonna di Campagna è la denominazione di un quartiere periferico situato nell’angolo nord-occidentale del vasto ed eterogeneo tessuto edilizio torinese all’interno della Circoscrizione 5 che, non a caso, comprende anche le Vallette, Lucento e Borgo Vittoria. Una denominazione che trae origine dalla presenza di un pilone votivo del XIV secolo poi sostituito dalla costruzione di un convento, con annessa chiesa, gestito dall’ordine dei Frati Cappuccini. Alla loro presenza si deve anche la realizzazione del viale d’ippocastani tuttora esistente nel Viale Madonna di Campagna.

madonna di campagna

Veduta della facciata principale della chiesa di Madonna di Campagna, anni venti XX secolo, fonte skyscrapercity.com

Il quartiere è stato recentemente segnato dalla presenza di un altro edificio religioso, il Santo Volto, definito: «la realizzazione, nella ex area industriale di Torino, destinata a nuova ambiziosa area urbana tra C.so Potenza e C.so Principe Oddone, di un complesso parrocchiale […] a servizio di circa 15.000 abitanti di cui 10.000 nuovi insediamenti». Oltre per la complessa e geometrica struttura il Santo Volto si impone per la presenza del suo campanile, un ex ciminiera riconvertita allo scopo, che è diventata il nuovo simbolo del quartiere in analogia con quello sopravvissuto alle distruzioni della Seconda Guerra Mondiale.

http://www.museotorino.it/view/s/877168cc07c8410eb3475954f63c3610

Spina 3 - Fotografia scattata da Chiara Maggi, marzo 2014

Spina 3 – Fotografia scattata da Chiara Maggi, marzo 2014

Demolizioni e ricostruzioni hanno fatto e continuano a fare di Madonna di Campagna un quartiere in divenire. Infatti, adiacente all’area del Santo Volto, si estende una parte della cosiddetta Spina 3, luogo dal passato industriale ormai in via quasi definitiva di riconversione ad uso edilizio e commerciale, senza dimenticare una grande attenzione al potenziamento delle vie di comunicazione esistenti. In questo programma si inserisce il completamento del Passante Ferroviario torinese e la costruzione di un tunnel di collegamento tra due parti della città prima difficilmente raggiungibili per questioni di traffico. Importante dal punto di vista simbolico è infine il recupero delle ex Ferriere Fiat e la riconversione dell’area come parco pubblico a disposizione dei cittadini, ma anche degli appassionati di archeologia industriale, dal momento che sono state lasciate sul posto le strutture portanti degli stabilimenti in ricordo del recente passato.

http://www.museotorino.it/view/s/2393d480122c41b4bf77b05b373abf7e

Untitled5

Parco Dora – Fotografia scattata da Chiara Maggi, aprile 2012

 Lo spazio ‘…dai margini della città’ propone le prima camminata esplorativa proprio nel quartiere Madonna di Campagna. Questa prima esplorazione, le cui parole d’ordine saranno ‘casualità’ e ‘percezione’, può rivelarsi un ‘mezzo per riconoscere all’interno del caos delle periferie una geografia e come mezzo attraverso cui inventare nuove modalità per intervenire negli spazi pubblici metropolitani per investigarli per renderli visibili, [...] in grado di  descrivere e modificare quegli spazi metropolitani che presentano spesso una natura che deve essere ancora compresa e riempita di significati piuttosto che progettata e riempita di case’ (Francesco Careri).

Buona camminata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

     

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>