Partecipazione e deliberazione. L’utilizzo e le potenzialità di Liquid Feedback. Dialogo con Fiorella De Cindio.

In questa puntata vi proponiamo un dialogo con la Professoressa Fiorella De Cindio intorno alle piattaforme di partecipazione digitale, in particolare Liquid Feedback.

rete civica di milano

Per la Professoressa Fiorella De Cindio, Internet ha dimostrato, a partire dagli anni ’90, di poter costituire un contenitore di intelligenza civica. Nel corso del tempo è cambiato l’approccio e la contropartita che i cittadini richiedono in cambio della loro partecipazione, esigono infatti, un rapporto sinergico con quello che accade fuori dalla rete, cercando di rendere reali e compiute le proposte che vengono dai social e dalle varie piattaforme.

Tra le varie piattaforme di democrazia partecipativa della rete, il Liquid Feedback dimostra di rispondere ai requisiti di partecipazione pratica. Ne sono un esempio, secondo la De Cindio, le recenti creazioni di piattaforme fatte da Umberto Ambrosoli, per la corsa alla presidenza della Regione Lombardia e da Laura Puppato che ha fondato assieme ad altri 15 parlamentari, “Tu Parlamento”.

In questi esempi è dunque evidente come il processo di selezione delle proposte che giungono dagli utenti porta all’approvazione delle idee migliori, creando un meccanismo di adesione molto trasparente e coniugando così partecipazione e collaborazione. I politici, precedentemente, hanno considerato la rete un mondo in cui inserire il loro punto di vista in maniera chiusa, asettica. Oggi quel mondo – spiega la Professoressa – sta lavorando ad un processo di acquisizione e piena consapevolezza riguardo l’utilizzo di queste piattaforme e della realtà dei social network.

Le limitazioni presentate da queste piattaforme (basti pensare alla grafica molto basica, alla scarsa possibilità di integrare materiali aggiuntivi alle discussioni e all’assenza di un amministratore che determini la rimozione dei tanti post “spazzatura” che vengono pubblicati), fanno si che oggi i social e le piattaforme avviano campagne valoriali ed empatiche importanti, ma appare lontana, secondo la Professoressa De Cindio, una forma di adesione partecipativa e strutturata a queste reti di discussione. Il voto on-line nel momento delle elezioni non è la frontiera più significativa, ma sarebbe fondamentale instaurare nei cittadini una vera modalità di partecipazione tramite la rete alla vita pubblica con piattaforme come Liquid Feedback, innescando quel processo di dialogo costruttivo tra cittadino ed istituzioni che oggi non è al centro dell’agenda politica.

Fiorella De Cindio è professore associato presso il Dipartimento di Informatica e Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano, dove insegna dai primi anni 2000 Fondamenti di Sistemi Distribuiti e Comunità Virtuali. Nel 1994 ha promosso il Laboratorio di Informatica Civica, di cui è responsabile, e avviato la Rete Civica di Milano (RCM), che è divenuta una Fondazione di partecipazione di cui è Presidente. Nel 2001 è stata premiata con la Civica Benemerenza della Città di Milano (nota come “Ambrogino d’oro”).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

     

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>