Il silenzio dell’informatica

Una rivoluzione tecnologica e industriale può essere misurata da diversi attori e da molti fattori: alcuni ormai sono consolidati nel senso comune, altri meno conosciuti, altri ancora pochissimo noti.
In questo passaggio dell’intervista di Luciano Gallino troviamo al centro il nuovo, rivoluzionario processo che attribuisce al calcolo, alla potenza di calcolo il fattore trainante.
La potenza di calcolo, la facilità e la garanzia di ripetere senza fatica un’enorme quantità di operazioni senza errori, trasforma le capacità dell’uomo non solo di operare ma anche di prevedere. La meccanica prima, l’elettronica poi e infine l’informatica sono le scienze e le tecnologie che determinano questo cambiamento.
Uno dei segnali – meno conosciuti- che qui vengono colti è il passaggio dal rumore, dai rumori che si susseguono e si intrecciano nell’industria meccanica, al silenzio (al quasi silenzio) delle operazioni con le calcolatrici e poi con le macchine da scrivere (il ticchettio) e infine ai pc che sembrano, messi a confronto, silenziosi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

     

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>